Edere Lucanum.

Giovani, competenti e cooperanti: gli allevatori lucani under 40

Orgoglio ed eccellenza lucana, la Società Cooperativa Edere Lucanum di Brindisi Montagna è un chiaro segno di vitalità dell’agricoltura giovane in Basilicata, dimostrazione che gli imprenditori under 40 hanno competenze, capacità di cooperare e cura del territorio. Composta da una quarantina di giovani allevatori dei comuni dell’Alto Basento e Camastra a marchio geografico collettivo “Agnello delle dolomiti lucane”, Edere Lucanum è riuscita ad attivare la cooperazione in agricoltura, produrre carne di grande qualità, promuove se stessi e il territorio lucano in ambito nazionale.

Entrambi agronomi, sono fra i quaranta soci che hanno investito tempo, denaro, ma soprattutto passione per rendere la Basilicata un posto migliore, dove costruire progetti di impresa competitivi e sostenibili, mantenendo le proprie radici ma guardando al futuro. La loro storia è simile a quelle di tanti giovani che hanno voglia di investire in agricoltura, contribuire al ricambio generazionale e a proiettare il mondo rurale lucano nel futuro.

edere lucanum

“La Basilicata ha un cuore zootecnico e il settore ovicaprino lucano ha da sempre ricoperto un ruolo importante nell’economia regionale. Ancora oggi si possono contare in Basilicata più di centomila capi allevati in più di un migliaio di allevamenti, ma i prezzi poco remunerativi di latte e carne e la difficoltà di commercializzazione del prodotto ovino Made in Lucania, hanno spesso messo in crisi l’allevamento” spiega Vita, prima presidente della cooperativa, che dopo due anni ha ceduto il testimone a Giovanni, anche lui giovane agronomo e allevatore. La risposta lucana a queste minacce è stata la realizzazione di un progetto regionale di filiera corta tra chi produce, alleva e distribuisce. Il marchio collettivo Agnello delle Dolomiti Lucane nasce nel 2008 per iniziativa del GAL Basento – Camastra, dell’Associazione Provinciale Allevatori di concerto con le Organizzazioni Professionali Agricole, del Dipartimento Agricoltura, dell’Università degli Studi di Basilicata, della Ex Comunità Montana Alto Basento, Camastra Alto Sauro e della C.C.I.A.A. di Potenza. La società cooperativa agricola Edere Lucanum, unica detentrice del marchio, ha il merito di lavorare ogni giorno per fornire ai consumatori un prodotto di eccellenza, con provenienza certa perché gli animali vengono allevati, macellati e commercializzati direttamente dai produttori. Fare reddito in agricoltura è possibile anche attraverso giovani competenti, rispettosi dell’ambienti e cooperanti.

La prelibatezza delle carni, che contraddistingue l’Agnello delle Dolomiti Lucane, è dovuta alla ricchezza dei pascoli montani regionali. e alle regole del disciplinare. Al consumatore sono garantite tracciabilità, certificazione e sicurezza alimentare non solo dal Marchio Agnello delle Dolomiti Lucane ma, ad ulteriore garanzia, anche da quello Italialleva, uno strumento dell’Associazione Italiana Allevatori (A.I.A.). Adesso l’Agnello delle Dolomiti Lucane fa parte dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT) della Regione Basilicata. Grazie alla collaborazione con la Coldiretti Basilicata, la cooperativa ha raggiunto un accordo con Coop Estense, che permette di arrivare negli IperCoop di Puglia e Basilicata.

Edere Lucanum ha un ruolo fondamentale nel rappresentare un modello agricolo per la Basilicata. Il sistema cooperativo può essere la strada da seguire per creare nuova occupazione, puntare sulla professionalità e sulla capacità a collaborare dei giovani agricoltori. Il progetto riesce a tutelare la salute dei consumatori, ridare potere contrattuale agli imprenditori in fase di definizione dei prezzi e il giusto reddito, oltre a valorizzare la qualità e la tipicità dei prodotti lucani.