Cantine Falciglia e la produzione del Primitivo IGP

I vigneti delle Cantine Falciglia si estendono per un ettaro e mezzo, sul fertile pianoro tra l’Agri e il Sinni, lungo la strada che congiunge Policoro alla frazione Panevino di Tursi,  dai quali, grazie al clima favorevole, alla geo-morfologia e alla particolare composizione del terreno, si ottiene un’eccellente produzione di nicchia di Primitivo IGP.

Cantine Falciglia: il dinamismo imprenditoriale del Metapontino incontra la tradizione vinicola del Vulture

L’azienda è stata fondata da Don Antonio Falciglia insieme ai fratelli nel 1967, ma, dopo la sua prematura scomparsa nel 2010, la gestione è passata ai suoi due figli: Mariangela e Gaetano Pasquale. La prima oggi è amministratrice delegata e responsabile commerciale delle Cantine, mentre il fratello, con studi di enologia e viticoltura, si occupa della produzione.

Il passaggio generazionale segna un cambiamento culturale importante per le sorti aziendali: i due figli, infatti, ereditando dal padre la passione e l’amore per la terra, decidono di rilanciare e rivoluzionare l’organizzazione dell’azienda. “Per la parte vitivinicola – spiega Mariangela – si passa dagli impianti di uve sangiovese all’adozione del disciplinare della DOC Matera per la coltivazione di uve della varietà Primitivo. Alla produzione si unisce la fase della trasformazione e dell’imbottigliamento seguendo il disciplinare per l’IGP”. L’obiettivo delle Cantine Falciglia è “realizzare una produzione vinicola che si distingua per qualità e area di provenienza. La raccolta dell’uva viene eseguita rigorosamente a mano e la vinificazione avviene con cura artigianale ed attenzione al recupero della biodiversità”.

Se la raccolta avviene nel Metapontino, “la trasformazione si sposta sul Vulture, l’area regionale più vocata alla vitivinicoltura, dove vinifichiamo nella nostra cantina specializzata avvalendoci di professionalità tecniche della zona”. Il Primitivo è frutto di ricerca e qualità in vigna e in cantina, per questo si è affermato in maniera decisa sui mercati esteri: Olanda, Svizzera, Francia e Giappone. Si tratta di un rosso molto apprezzato dai buyer interessati alle etichette lucane poiché si abbina facilmente a diverse pietanze: dagli aperitivi, ai primi piatti, al pesce, alla frutta.

Vinitaly rappresenta per i fratelli Falciglia un appuntamento annuale, affiancato quest’anno anche dalla loro partecipazione a Expo. L’azienda non trascura il mercato locale, per il quale ha avviato una serie di iniziative di promozione e degustazione su tutto il territorio lucano, presso ristoranti e agriturismi, oltre ad aprire le porte della cantina situata a Ripacandida per visite aziendali. A rendere Cantine Falciglia un’azienda innovativa è anche la propensione alla vendita su internet attraverso i social network e il sito web. Un’esperienza vincente per quest’azienda che, pur mantenendo ben salde le proprie radici, ha saputo guardare al futuro rinnovando la sua veste produttiva e commerciale, mantenendo inalterata nel tempo l’attenzione per la qualità.